La pulizia della casa è fondamentale per vivere in ambienti sicuri e igienizzati, ma a volte pulire non basta, perché sono proprio gli oggetti con cui si pulisce che possono trattenere sporco e batteri. Anche se è sempre bene non sprecare e non sostituire inutilmente alcuni oggetti, per altri è importante cambiarli con frequenza per mantenere igienizzata la casa e per non avere ripercussioni sulla stato di salute di chi la abita.

Ovviamente, ad alcuni di questi, prima di essere gettati nella pattumiera, si potrà prolungare l’esistenza attraverso lavaggi periodici, ma per altri sarà necessario sostituirli al primo segno di usura.

Questi oggetti si trovano soprattutto in cucina e in bagno e sono dei veri e propri ricettacoli di batteri. In casa, soprattutto i tessuti, andrebbero lavati con frequenza e nel caso di tappeti non lavabili con acqua è preferibile portarli in lavanderia per un trattamento a secco.

Scopriamo nelle prossime pagine i 5 oggetti da sostituire abitualmente in casa >>

5) Spugne

La cucina, come il bagno, è una delle stanze in cui l’igiene è fondamentale e gli oggetti che si utilizzano devono essere cambiati con maggior frequenza. Le spugnette con cui si lavano i piatti e quelle per l’igiene personale sono molto economiche e per questo motivo, cambiarle abitualmente non graverà sul budget familiare. Le spugne per la cucina diventano dei veri e propri ricettacoli di batteri e se non sono sostituite con assiduità potrebbe arrecare disturbi per la salute. Prima di gettarle definitivamente nella pattumiera un trucco per mantenerle pulite è quello di lavarle e farle asciugare nel microonde, oppure versare alcune gocce di olio essenziale di tea tree, dal potere igienizzante, direttamente sulla spugnetta.

Spugne batteri

4) Tenda della doccia

Quando, in alternativa alla cabina doccia, si utilizza la tenda impermeabile, anch’essa deve essere lavata periodicamente. Infatti, anche quelle più costose, con il passare del tempo, tendono a sporcarsi, soprattutto sul fondo. Prima di tutto, per mantenerla pulita più a lungo bisognerà arieggiare il bagno dopo ogni doccia e tendere la tenda in modo tale che si asciughi completamente e che non rimanga troppo umida a lungo. In ogni caso, oltre a dover essere sostituita almeno 1 volta all’anno con una nuova, per prolungarne la vita, sarà utile lavarla con frequenza in lavatrice ad alte temperature. In questo modo la tenda sarà completamente igienizzata.

 Tenda della doccia

3) Filtro dei rubinetti

Come per gli oggetti prima citati, è importante sostituire anche i filtri del rubinetto. Infatti, soprattutto in città, l’acqua molto calcarea può otturare i filtrini e causare una diminuzione del flusso di acqua in uscita. Ma prima di utilizzarne dei nuovi si potranno pulire quelli che si hanno in uso immergendoli nell’aceto, ottimo per eliminare il calcare e per far risplendere i vetri. Dopo 24 ore, con l’aiuto di uno stuzzicadenti si dovranno aprire i forellini rimasti otturati dai residui.

Filtro dei rubinetti

2) Scopa e mocio

Scopa e mocio sono oggetti che si utilizzano per pulire casa e anch’essi devono essere sostituiti con frequenza. Quindi, per questioni di igiene, è consigliabile cambiare spesso le spazzole della scopa e la parte intercambiabile del mocio per lavare i pavimenti. Se si utilizza l’aspirapolvere è necessario cambiare il sacchetto in modo da evitare che si otturino i filtri dell’aria.

Scopa e mocio

1) Pentole e taglieri

Oltre alle spugnette che si utilizzano in cucina è consigliabile controllare bene le condizioni delle pentole e dei taglieri. Questi ultimi, spesso in legno, sono utilizzati per svariato tempo, quindi, è bene lavarli e farli asciugare con molta accuratezza evitando che i batteri persistano nelle fessure da taglio. Le pentole, soprattutto quelle in teflon, tendono ad usurarsi molto facilmente e a diventare poco salutari. Quindi, quando si formano i primi segni di usura, è meglio sostituirle con quelle nuove.

Pentole e taglieri