Probabilmente l’aglio è uno di quegli ingredienti che non mancano mai in casa: ma proprio perché si usa per la preparazione di moltissimi piatti, non sarebbe meglio coltivarlo comodamente a casa? Non bisogna avere a disposizione un giardino, anche un vaso capiente può bastare a fornire una scorta soddisfacente di aglio. In questo articolo impareremo qualche informazione in più su questo alimento ma soprattutto

L’aglio non è solo un ingrediente fondamentale per dare sapore ai piatti, è anche un ottimo alleato del nostro organismo sotto diversi punti di vista.

Rafforza il sistema immunitario: è stato osservato come le persone che assumono un supplemento di aglio si ammalano in misura minore dei malanni stagionali. Aiuta inoltre il trattamento delle infezioni da streptococco e stafilococco. Molte persone infine impiegano l’aglio in caso di infiammazione dell’apparato uditivo. 

Quando assunto insieme ad altri alimenti, l’aglio smaltisce il colesterolo impedendo che aderisca sui vasi sanguigni: questo significa dunque che aiuta a prevenire la comparsa di infarti ed ictus.

L’aglio non è affatto difficile da crescere: che abbiate terra a disposizione o solo una vaso a giardino, potrete usufruire della vostra scorta di aglio.

Vediamo come iniziare a coltivare l’aglio in casa…

Vi consigliamo di procurarvi aglio organico, ovvero cresciuto senza l’uso di pesticidi ed altre sostanze chimiche. Prestate attenzione all’aglio che acquistate al supermercato: spesso la scritta “biologica” non è sufficiente a garantire l’effettiva genuinità del prodotto. 

  1. Piantate l’aglio prima di eventuali periodi di gelate.
  2. Create dei solchi poco profondi nel terreno, distanti circa 15 cm l’uno dall’altro.
  3. Separate da una testa d’aglio gli spicchi più grandi, gli unici che andrete ad interrare.
  4. Interrateli a circa 5 cm di profondità a 10 cm l’uno dall’altro. Assicuratevi che la punta dell’aglio sia rivolta verso l’alto. 
  5. Ricoprite gli spicchi con la terra e la prima volta annaffiate abbondantemente. 
  6. Ora non resta che attendere. Innaffiate regolarmente il terreno quando risulta essere asciutto per 2 cm di profondità con poca acqua alla volta. 
  7. Dal terreno vedrete spuntare delle foglie a ciuffo; quando saranno 5 o 6 allora sarà il momento di tirare fuori dalla terra la testa d’aglio.