Usato da secoli nella medicina tradizionale di numerosi popoli e culture, come greci, egizi e nativi americani, il salice viene usato per curare artrite, mal di testa e osteoporosi. Alcuni studi recenti hanno dimostrato che il salice è un prodotto utilissimo anche per la nostra bellezza, in quanto capace di rendere la pelle più morbida, tonificata e libera da imperfezioni.

La salicina contenuta nella corteccia di salice, infatti, aiuta e promuove la rigenerazione cellulare, riducendo le infiammazioni che causano molti dei segni dell’avanzare dell’età, come rughe, macchie della pelle e perdita di elasticità. Lo ha dimostrato uno studio statunitense, secondo cui sarebbe proprio la salicina la chiave per una pelle giovane.

Le infiammazioni croniche giocano un ruolo importantissimo nell’invecchiamento della pelle. Rimuovendo le infiammazioni si rallenta il deterioramento delle cellule e si prevengono le rughe. Durante lo stesso studio, le donne che hanno usato ogni giorno prodotti con un contenuto di 0,5% di salicina (presente nella corteccia di salice), hanno notato miglioramenti notevoli dopo 1 settimana, vedendosi ridotte rughe, punti neri e acne.

Se applicata direttamente sulla pelle, la salicina accelera l’attività di alcuni geni responsabili della produzione di collagene, dell’idratazione e della pigmentazione della pelle. Inoltre, gli antiossidanti presenti nella corteccia di salice la rendono utilissima per rigenerare le cellule dei tessuti e proteggere la pelle.

E’ possibile trovare la corteccia di salice sotto varie forme: sono moltissime le creme biologiche a base di questo ingrediente, così come gli integratori e tanti altri prodotti cosmetici. Suggeriamo di chiedere al proprio erborista di fiducia.