Riuscire a stirare in modo impeccabile e perchè no, anche velocemente, è un sogno che tutti vorrebbero avverare. Per riuscirci la prima cosa è attenzionare che il nostro ferro da stiro sia pulito . Nel momento in cui la piastra del nostro ferro dovrebbe essere incrostata o macchiata infatti, ci ritroveremmo ad avere maggiori problemi nel momento dello stiraggio, in quanto in ferro non scorrerà nel modo giusto, creando pieghe o anche macchie sul nostro bucato pulito.

Ovviamente la causa principale di ciò è lo sporco che si annida e in particolare la colpa è del calcare causato dall’acqua nel serbatoio. Ecco perchè oggi volgiamo parlarvi di come pulire al meglio la piastra del nostro ferro da stiro, eliminando definitivamente il calcare e riportandola allo splendore ed alla funzionalità di quando lo abbiamo comprato.

La prima cosa da fare è creare un composto di acqua calda e bicarbonato di sodio. Con l’aiuto di una spugna non abrasiva, andremo a prelevare una piccola quantità di miscela e la andremo ad utilizzare su tutta la piastra. Un’altra tecnica è quella di utilizzare l’aceto bianco, miscelato ad una piccola quantità di acqua calda.

Dopo aver impregnato una spugna non abrasiva e passandola sulla zona interessata, lasciare agire per qualche minuto prima di risciacquare aiutandosi con un panno pulito. Un consiglio utile è quello di procedere con la pulizia di mantenimento almeno una volta a settimana, in questo modo saremo in grado di tenere sotto controllo la formazione di calcare.

Così non solo sarà più semplice mantenere pulita la piastra del nostro ferro da stiro, ma eviteremo di macchiare e rovinare i nostri capi di abbigliamento. Inoltre con una regolare pulizia del ferro da stiro, saremo in grado di fare durare il nostro elettrodomestico più a lungo, soprattutto se all’interno del serbatoio andremo ad utilizzare l’acqua distillata che, durante la vaporizzazione, andrà a formare meno calcare.