Le ammaccature sui mobili di legno non sono un evento raro: sebbene la qualità del materiale sia la maggior responsabile del suo ciclo di vita, è il trattamento che gli riservate a determinare l’insorgere di eventuali danni. Un mobile può rovinarsi in tanti modi, ma le ammaccature si ottengono soprattutto appoggiandovi sopra oggetti troppo pesanti o scheggiati. In questo modo, il mobile appare subito più vecchio, anche in presenza di numerose parti intatte.

Cosa serve

Eliminare un’ammaccatura può non essere semplice, ma non è nemmeno necessario spendere una fortuna con attrezzi costosi per riportare il mobile al suo splendore iniziale. Esiste un metodo molto semplice ed efficace che non richiede l’utilizzo di attrezzi specifici: tutto ciò che vi serve è già a portata di mano in casa vostra come acqua, ferro da stiro e un panno resistente al calore. In pochi minuti, potete sistemare quasi tutte le superfici in legno, a differenza di quelle con ammaccature troppo profonde o troppo estese. In questi casi, è consigliabile stuccarle o levigarle, livellando la superficie del legno.

eliminare ammaccature legno

Come eliminare le ammaccature

Per far tornare i propri mobili come nuovi, bisogna seguire queste semplici istruzioni che, nel giro di pochi minuti, vi consentiranno di eliminare le piccole ammaccature. Per prima cosa, versare un po’ d’acqua dentro l’ammaccatura e sistemare il panno sulla superficie, per assorbire l’acqua. Stirare quindi il panno ad alta temperatura per qualche minuto, fino al completo asciugamento dell’acqua. A questo punto, è necessario esercitare una leggera pressione con il ferro con movimenti circolari, allontanandolo un paio di secondi in modo da non bruciare la stoffa. Dopo aver rimosso ferro e panno, i risultati saranno subito visibili. In caso di crepature della vernice, invece, il procedimento cambia: si può semplicemente utilizzare un po’ di smalto trasparente per unghie, ma solo sulle zone danneggiate.