Da qualche giorno sta circolando su internet un articolo che assicura che la cipolla è capace di assorbire le tossine del corpo se la mettiamo nelle calze prima di andare a dormire.

Tuttavia, la domanda sorge spontanea: è vero? Secondo la medicina cinese, i nostri piedi sono molto connessi agli altri organi interni del nostro corpo, grazie ai “meridiani”. Nell’antichità, la cipolla veniva utilizzata per assorbire i virus che circolavano nell’ambiente.

Quando qualcuno si ammalava di influenza, veniva tagliata una cipolla a metà e veniva posizionata nella stanza del malato. Molti di noi conoscono i benefici antibatterici e antibiotici della cipolla, ma solo quando viene consumata, cruda o cotta. Tuttavia, la scienza ancora non ha verificato le capacità della cipolla di assorbire le tossine che circolano nell’ambiente, nonostante il metodo della cipolla nelle calze è diffuso più di quanto si creda.

Il miglior modo per verificare i benefici della cipolla, e se dormire con una cipolla nelle calze è davvero una manna per la nostra salute, è provando il metodo.

  1. Prendi una cipolla rossa, lavala e tagliala a fette.
  2. Prima di dormire, dopo aver lavato i piedi, metti una fetta di cipolla sulla pianta dei piedi.
  3. Usa una calza vecchia per coprire il piede e assicurarti che la cipolla resti nella sua posizione durante tutta la notte.
  4. Ripeti questo sistema per circa 5 giorni consecutivi.

Questi sono i benefici che promette il dormire con una cipolla nelle calze:

  1. Purifica il sangue: l’acido fosforico della cipolla aiuta ad assorbire le tossine e purifica il sangue.
  2. Elimina batteri, germi e patogeni: la cipolla contiene grandi proprietà antibatteriche e antivirali.
  3. Purifica l’aria: la cipolla limiterà il cattivo odore dei piedi.

Secondo l’articolo originale, pubblicato dal sito “Healthy, Wild and Free”, bisognerà usare sempre una cipolla nuova, in quanto conservare le fette di cipolla farà si che assorbano le tossine e i batteri presenti nel frigo.